COVID-19: Mascherine contro l’influenza, quando e a chi servono


  • Cristina Ferrario — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Le mascherine chirurgiche e i dispositivi filtranti KN95 (paragonabili alle FFP2) sono equivalenti in termini di efficacia nella riduzione del rischio di influenza.
  • Questo tipo di maschera con filtro non è di conseguenza raccomandata per la popolazione generale, né per gli operatori sanitari che lavorano in contesti di basso rischio e non in contatto con pazienti con influenza o sospetti tali.
  • È importante ricordare che la funzione primaria delle mascherine chirurgiche è proteggere l’ambiente da chi le indossa, mentre quella dei respiratori è di proteggere chi li indossa dall’ambiente.

Descrizione dello studio

  • Per la revisione sistematica con metanalisi sono stati identificati gli studi randomizzati e controllati inclusi in revisioni sistematiche della letteratura.
  • Il sito ClinicalTrials.gov è stato inoltre consultato per identificare eventuali studi non pubblicati.
  • Sono stati valutati i rischi di bias e attraverso la metanalisi sono state calcolate le stime aggregate dei rischi relativi (RR).
  • Fonte di finanziamento: West China Hospital of Sichuan University for tackling COVID-19; National Natural Science Foundation of China; Key Program of Sichuan Provincial Science and Technology Department.

Risultati principali

  • Nella revisione con metanalisi sono stati inclusi 6 studi randomizzati e controllati per un totale di 9.171 partecipanti.
  • Non sono state osservate differenze significative tra respiratori N95 e mascherine chirurgiche nell’influenza confermata in laboratorio (RR=1,09; P>0,05), infezioni virali confermate in laboratorio (RR=0,89), infezioni respiratorie confermate in laboratorio (RR=0,74) e malattie simil-influenzali (RR=0,61).
  • Le mascherine N95 sono risultate protettive invece contro le colonizzazioni batteriche confermate in laboratorio (RR=0,58; P

Limiti dello studio

  • Il rischio di bias è risultato elevato per alcuni degli studi inclusi nell'analisi.
  • Gli studi condotti in comunità erano pochi.
  • Sono stati presi in considerazione solo gli studi inclusi in revisioni sistematiche.
  • Non è stato possibile identificare eventuali bias di pubblicazione.

Perché è importante

  • Con la recente pandemia associata al virus SARS-CoV-2, le mascherine facciali sono diventate molto importanti per ridurre il rischio di infezione non essendo disponibili vaccini o trattamenti farmacologici efficaci.
  • Seppur con differenti capacità filtranti, entrambi i dispositivi valutati possono proteggere da droplet di grandi dimensioni.
  • Le raccomandazioni sul loro utilizzo per SARS e pandemia non sono concordi.
  • È importante capire le differenze e il corretto utilizzo dei diversi dispositivi soprattutto in contesti nei quali l’approvvigionamento può essere difficoltoso.

Il parere dell’esperto

  • “L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo Coronavirus e presenti sintomi quali tosse o starnuti o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus”.
  • “L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani”.
  • Fonte: Ministero della Salute. FAQ - Covid-19, domande e risposte.