COVID-19 – I numeri aggiornati sulla mortalità in Italia


  • Cristina Ferrario — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • I numeri ufficiali dei decessi per COVID-19 in Italia sono molto inferiori all’attuale incremento della mortalità legata alla pandemia.
  • Lo stesso si rileva in altri paesi.
  • Di particolare rilievo sono le differenze per quanto riguarda gli uomini, gli over-65 e i decessi rilevati nella regione Lombardia.
  • Tra le ragioni della discrepanza è possibile includere ulteriori decessi legati direttamente al virus e non rilevati, decessi legati a condizioni pregresse esacerbate dal virus e ritardi nelle cure per timore di recarsi in ospedale o per sovraccarico delle strutture sanitarie.

Descrizione dello studio

  • Per l’analisi sono stati utilizzati i dati ufficiali sui decessi da COVID-19 ottenuti dalle autorità sanitarie nazionali italiane.
  • Dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) sono stati ottenuti i dati di mortalità per 1.689 municipalità italiane nelle quali la mortalità era aumentata almeno del 20% tra il 1 marzo e il 4 aprile 2020.
  • I dati preliminari sui decessi totali nel 2020 sono stati confrontati con le medie annuali nello stesso periodo negli anni tra il 2015 e il 2019.
  • Sono stati inoltre calcolati i decessi settimanali nel periodo di tre mesi e le distribuzioni in base a età e sesso.

Risultati principali

  • Dalla fine di febbraio 2020 il numero di decessi settimanali da COIVD-19 è aumentato per arrivare a plateau tra il 29 marzo e il 4 aprile.
  • Negli anni 2015-2019 la mortalità per marzo e inizio aprile è risultata simile (in media 20.214 decessi/anno), ma è aumentata del 104,5% nello stesso periodo del 2020 (41.329 decessi riportati).
  • Nel periodo 2015-2019 i decessi del mese di marzo-inizio aprile erano inferiori negli uomini che nelle donne, mentre per il 2020, rispetto ai 5 anni precedenti, sono stati osservati aumenti del 126,4% nei decessi per gli uomini e dell’85,4% per le donne.
  • Nel 2020 sono stati rilevati incrementi significativi nei decessi tra gli over-65.
  • Rispetto allo stesso periodo del 2019, nel periodo tra il 1 marzo e il 4 aprile 2020 i decessi in Lombardia sono aumentati del 173,5%.
  • In particolare, sono stati registrati incrementi del 213,0% per gli uomini e del 140% per le donne.

Limiti dello studio

  • La conta ufficiale dei decessi da COVID-19 potrebbe modificarsi con il procedere della pandemia.

Perché è importante

  • La pandemia di coronavirus in Italia ha colpito soprattutto la regione Lombardia.
  • In Italia come in altri paesi, ci sono molti dubbi sui dati ufficiali di mortalità da COVID-19, che potrebbero sottostimare il reale numero di decessi legati alla pandemia.