Costa, 'più prevenzione con medico negli istituti per evitare Dad'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 30 nov. (Adnkronos Salute) - "La priorità del Governo resta la didattica in presenza ed è nostro dovere creare le condizioni affinché ciò accada. Il ritorno, ma soprattutto la permanenza in classe delle nostre studentesse e dei nostri studenti è fondamentale e di importanza primaria da diversi punti di vista: didattico, psicologico, di relazione. Gli alunni italiani hanno già sofferto troppo l’isolamento, pagandone il prezzo più alto. Ed è anche per questo motivo che rinnoverò all'Esecutivo la proposta avanzata dall'onorevole Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia, di ripristinare un presidio medico-infermieristico all’interno degli istituti scolastici per tutelare bambini e ragazzi, come già previsto alcuni anni fa". Lo afferma, in una nota, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa (Noi con l’Italia), commentando la circolare Salute-Istruzione che prevede la Dad in caso di un solo positivo in classe.

"Le risorse del Pnrr sono un opportunità da sfruttare in questa direzione. Mi sono fatto carico personalmente della questione - sottolinea - perché ritengo che rappresenterebbe un concreto investimento sulla scuola e sul futuro dei più giovani, anche in termini di prevenzione".