Contraccezione ormonale e rischio di leucemia infantile nella prole


  • Roberta Villa — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • In questo studio danese di popolazione, l’uso di anticoncezionali ormonali (pillola, contraccettivi iniettabili o dispositivi intrauterini medicati) nei 3 mesi precedenti la gravidanza o durante la gravidanza stessa risulta associato a un rischio aumentato di leucemia infantile nella prole rispetto ai figli di donne che non hanno mai fatto uso di questi metodi.
  • L’effetto non è statisticamente significativo per la leucemia linfoide, mentre per quella non linfoide il rischio risulta più che doppio per uso recente e quasi quadruplo se il contraccettivo è stato usato anche a gravidanza iniziata.
  • In termini assoluti, ciò si traduce in un caso di leucemia in più ogni 50.000 bambini esposti, corrispondenti a 25 casi nei 9 anni di osservazione su tutta la coorte di oltre 1.100.000 bambini.

 

Descrizione dello studio

  • Studio nazionale di coorte su 1.185.157 bambini nati vivi in Danimarca tra il 1996 e il 2014 estratti dal Danish Medical Birth Registry, seguiti per un follow-up mediano di 9,3 anni (IQR 4,6–14,2).
  • Dal Danish Cancer Registry sono stati identificati quelli che hanno ricevuto una diagnosi di leucemia (linfoide/non linfoide), mentre dal Danish National Prescription Registry sono state ottenute informazioni sull’uso di contraccettivi ormonali da parte della madre (mai usati, usati in passato [>3 mesi prima della gravidanza], usati di recente [≤3 mesi dall’inizio della gravidanza], usati anche a gravidanza iniziata).
  • Outcome primario: incidenza di leucemia; outcome secondari: incidenza di leucemia linfoide e non linfoide.
  • Per calcolare gli HR di leucemia sono stati adottati modelli a rischi proporzionali di Cox.
  • Fonti del finanziamento: Danish Cancer Research Foundation, Arvid Nilssons Foundation, Gangsted Foundation, Harboe Foundation e Johannes Clemmesens Foundation.

Risultati principali

  • Rischio di qualunque forma di leucemia nei bambini nati da donne che avevano fatto uso recente di qualunque tipo di contraccezione ormonale vs quelli di donne che non ne avevano mai fatto uso: HR 1,46 (IC 95% 1,09-1,96; P=0,011). Per uso durante la gravidanza HR 1,78 (IC 95% 0,95-3,31; P=0,070).
  • Nessun aumento di rischio di leucemia linfoide per uso passato o recente.
  • Rischio di leucemia non linfoide per uso recente: HR 2,17 (IC 95% 1,22-3,87; P=0,008).
  • Rischio di leucemia non linfoide per uso in gravidanza: HR 3,87 (IC 95% 1,48-10,15; P=0,006)

Perché è importante

  • Alcuni dati sembrano suggerire che l’incidenza delle leucemie infantili, prima causa di morte per cancro nei bambini, sia in aumento.
  • Per queste malattie non sono stati tuttavia identificati sicuri fattori di rischio, per cui questa segnalazione richiede ulteriori approfondimenti.