Condizioni di povertà, esiti di salute e preparazione alla scuola nei primi anni di vita


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • I bambini nati in povertà hanno più probabilità di avere problemi di salute e di essere collocati in istituti di assistenza nei primi 5 anni di età rispetto a coloro non nati in povertà.
  • Gli esiti peggiori si hanno nei bambini nati in una famiglia povera, piuttosto che in un quartiere povero.
  • La preparazione scolastica migliora solo se i bambini traslocano in un quartiere a reddito più alto prima dei 2 anni.

Descrizione dello studio

  • Analisi condotte su bambini nati a Manitoba (Canada) tra il 2000 e il 2009, i cui dati sono stati ricavati da un database amministrativo.
  • È stata considerata sia la povertà domestica (riceventi il welfare) che quella di quartiere (residenti in quartieri a basso reddito).
  • Outcome prima dei 5 anni di età: collocazione in istituti di assistenza, diagnosi di salute mentale, diagnosi di asma, ricovero ospedaliero per lesioni.
  • La preparazione scolastica è stata valutata tra i 5 e i 7 anni di età.
  • Fonti di finanziamento: University of Manitoba.

Risultati principali

  • Su 46.589 bambini, 11.619 (24,9%) sono nati in povertà: 2.766 (23,8%) povertà domestica, 5.902 (50,8%) povertà di quartiere, 2.951 (25,4%) entrambe.
  • I bambini nati in povertà sono stati meno pronti a iniziare la scuola rispetto a quelli non nati in povertà (OR aggiustato 1,59, 1,26, 1,54 per povertà domestica, di quartiere e entrambe, rispettivamente; P
  • Il tasso di collocazione in istituti di assistenza è stato più alto nel caso di bambini nati in povertà domestica, rispetto a quelli nati in quartieri poveri (17,2% contro 3,1%).
  • I nati in entrambe le condizioni di povertà hanno avuto il tasso più alto (24,2%), i nati non in povertà il più basso (0,8%).
  • La povertà domestica, ma non quella di quartiere, è stata associata a maggiori probabilità di manifestare disturbi mentali e asma.
  • I bambini nati in entrambe le condizioni di povertà hanno avuto più probabilità di essere ricoverati in ospedale per infortunio rispetto quelli non nati in povertà (2,1% contro 0,6%).
  • I nati in povertà di quartiere hanno ottenuto probabilità più alte di essere pronti per la scuola se traslocavano prima dei 2 anni.

Limiti dello studio

  • Studio osservazionale.
  • Alcuni casi di povertà sono probabilmente sottostimati.

Perché è importante

  • Studi precedenti hanno rivelato peggiori outcome (scolastici, sociali e di salute) nei bambini nati in povertà, che migliorano quando i bambini escono da questa condizione.
  • Dato che l’associazione tra la povertà infantile e gli esiti dei bambini sono influenzati sia dal livello di povertà che dalla sua durata, aiutare le famiglie a uscire da questa condizione quando il bambino è ancora piccolo potrebbe dare il massimo beneficio.