Comunicazione EMA - Raccomandazioni per limitare l’uso di antibiotici a base di fosfomicina


  • Notizie sui farmaci - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

AIFA Agenzia Italiana del Farmaco

Comunicazione EMA - Raccomandazioni per limitare l’uso di antibiotici a base di fosfomicina - aggiornamento

L'Agenzia Europea per i Medicinali EMA, il 29 aprile, ha aggiornato le raccomandazioni per limitare l'usodi antibiotici a base di fosfomicina.
L’EMA raccomanda l'utilizzo di medicinali a base di fosfomicina, somministrati per infusione (flebo) in vena, soltanto per il trattamento di infezioni gravi quando altri antibiotici non si rivelano adeguati. I medicinali a base di fosfomicina somministrati per via orale possono invece continuare ad essere utilizzati per curare le infezioni non complicate delle vie urinarie nelle donne e nelle adolescenti. Possono inoltre essere usati per prevenire l'infezione negli uomini che sono sottoposti a una procedura che prevede il prelievo di un campione di tessuto dalla prostata (biopsia).
L’EMA raccomanda altresì che i medicinali a base di fosfomicina in formulazione orale per i bambini (di età inferiore ai 12 anni) e in formulazione intramuscolare (medicinali a base di fosfomicina per iniezione intramuscolare), non siano più utilizzati poiché i dati disponibili non sono sufficienti a confermare i benefici per i pazienti.

Pubblicato il: 11 maggio 2020

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale