Comitato per i Medicinali per Uso umano CHMP dell’EMA: highlights del meeting di giugno


  • Notizie sui farmaci - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

AIFA Agenzia Italiana del Farmaco

Comitato per i Medicinali per Uso umano CHMP dell’EMA: highlights del meeting di giugno

Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), nel corso dell’ultimo meeting (22-25 giugno), ha raccomandato la concessione dell’autorizzazione all’immissione in commercio per otto medicinali.

Il Comitato ha raccomandato il rilascio dell’autorizzazione all’immissione in commercio condizionata per Veklury (remdesivir), per il trattamento del COVID-19 negli adulti e negli adolescenti a partire da 12 anni di età affetti da polmonite e che richiedono ossigeno supplementare. Si tratta del primo medicinale contro il COVID-19 ad essere raccomandato per l’autorizzazione nell’UE.

Il CHMP ha raccomandato il rilascio di un’autorizzazione all’immissione in commercio condizionata anche per Idefirix (imlifidase), il primo trattamento per pazienti adulti in attesa di un trapianto di rene altamente sensibilizzati contro i tessuti del donatore e che hanno un test di crossmatch positivo per un rene disponibile da un donatore deceduto. Idefirix ha beneficiato del supporto del sistema PRIME, la piattaforma EMA per un dialogo precoce e potenziato con gli sviluppatori di nuovi farmaci promettenti che rispondono a bisogni medici insoddisfatti, e ha ricevuto la designazione di farmaco orfano.

Raccomandato il rilascio dell’autorizzazione all’immissione in commercio anche per un altro medicinale orfano, Kaftrio (elexacaftor/tezacaftor/ivacaftor), la prima terapia a tripla combinazione per il trattamento della fibrosi cistica in pazienti di età pari o superiore a 12 anni omozigoti per la mutazione F508del nel gene regolatore della conduttanza transmembrana della fibrosi cistica (CFTR) o eterozigoti per la mutazione F508del nel gene CFTR con una mutazione a funzione minima (MF).

Parere positivo per tre medicinali biosimilari: Aybintio (bevacizumab), per il trattamento di vari tumori; Livogiva (teriparatide) e il suo duplicato Qutavina (teriparatide), per il trattamento dell’osteoporosi.

Il Comitato ha raccomandato il rilascio di autorizzazioni all’immissione in commercio per due medicinali ibridi: Gencebok (caffeina citrato), per il trattamento dell’apnea primaria nei neonati prematuri; Methylthioninium chloride Cosmo (metiltioninio cloruro), inteso come agente diagnostico per migliorare la visualizzazione delle lesioni colorettali. Le applicazioni ibride si basano in parte sui risultati dei test preclinici e delle prove cliniche di un prodotto di riferimento già autorizzato e in parte su nuovi dati.

Nel corso del meeting, il Comitato ha raccomandato anche l’estensione delle indicazioni terapeutiche di Cosentyx, Epclusa, Remsima, Xolair e Zavicefta.

Pubblicato il: 02 luglio 2020

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale