Come trattare l’alopecia permanente indotta da radiazioni?


  • Alessia De Chiara
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • In adulti e bambini con tumori del sistema nervoso centrale (SNC) o sarcoma della testa e del collo sottoposti a radioterapia del cranio, l’alopecia indotta da radiazioni può essere permanente (pRIA) ed è un fenomeno dose-dipendente con particolari caratteristiche cliniche e tricoscopiche.
  • Nei 71 pazienti coinvolti nello studio, l’alopecia aveva un pattern localizzato, diffuso o misto e presentava frequenti chiazze bianche alla tricoscopia.
  • È stato osservato un miglioramento nell’82% dei pazienti trattati con minoxidil topico al 5% e in tutti i pazienti trattati chirurgicamente.

Descrizione dello studio

  • Lo studio di coorte retrospettivo ha incluso 71 bambini e adulti (età media 27 anni [intervallo 4-75], 72% femmine) con tumore primario del SNC (n=64, 90%) o sarcoma della testa e del collo (n=7, 10%) e pRIA, identificati tra il 2011 e il 2019 in due ospedali degli Stati Uniti.
  • Utilizzando le fotografie cliniche standardizzate del cuoio capelluto, le immagini tricoscopiche e i programmi di radioterapia, sono state valutate le caratteristiche cliniche e tricoscopiche, la relazione dose-risposta alle radiazioni del cuoio capelluto e la risposta al trattamento con minoxidil topico.
  • Fonti di finanziamento: National Institutes of Health/National Cancer Institute Cancer Center.

Risultati principali

  • La gravità dell’alopecia era di grado 1 in 40/70 pazienti (56%).
  • La distribuzione della pRIA era localizzata (29/54 [54%]), diffusa (13/54 [24%]) o mista (12/54 [22%]).
  • La dose di radiazione del cuoio capelluto stimata media era 39,6 (intervallo 15,1-50,0) Gy.
  • La dose più alta (OR 1,15; IC 95% 1,04-1,28) e l’irradiazione con protoni (OR 5,7; 1,05-30,8) erano associate a una maggiore gravità dell’alopecia (P 
  • La dose che si stimava capace di produrre un'alopecia grave (grado 2) nel 50% dei pazienti era di 36,1 Gy (IC 95% 33,7-39,6 Gy).
  • Le caratteristiche tricoscopiche predominanti includevano chiazze bianche (16/28 [57%]).
  • In 15 pazienti il calibro del capello era correlato in modo negativo alla dose di radiazioni al cuoio capelluto (coefficiente di correlazione −0,624; P =0,01).
  • L’associazione tra la densità del capello e la dose di radiazioni al cuoio capelluto non era statisticamente significativa (−0,381; P =0,16).
  • 28/34 pazienti (82%) hanno risposto al minoxidil topico 5%, con un follow-up mediano di 61 settimane (interquartile range, 21-105).
  • Tra i 25 riceventi del minoxidil topico per cui erano disponibili immagini cliniche, 4 (16%) hanno avuto un miglioramento del grado di gravità.
  • Due pazienti hanno risposto al trapianto dei capelli e 1 alla ricostruzione chirurgica plastica.

Limiti dello studio

  • Studio retrospettivo.
  • Analisi e disponibilità limitata di piani del trattamento di radioterapia, fotografie cliniche standardizzate e immagini tricoscopiche.

Perché è importante

  • Il 60% dei pazienti trattati con radioterapia craniale viene colpito da pRIA, una ricrescita incompleta dei capelli nei 6 mesi successivi.
  • Il minoxidil topico potrebbe migliorare la pRIA, mentre il trapianto dei capelli e la ricostruzione chirurgica potrebbero essere efficaci nei pazienti che non rispondono al farmaco.