Cimo-Fesmed con medici ospedali privati Cimop, sostegno a stato agitazione

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 15 apr. (Adnkronos Salute) - "La Federazione Cimo-Fesmed sostiene il Consiglio direttivo nazionale della Confederazione italiana medici ospedalità privata (Cimop) e condivide la decisione di proclamare lo stato di agitazione dei medici della sanità privata che operano nelle strutture sanitarie associate Aiop". Lo dichiara il sindacato della dirigenza medica Cimo-Fesmed in una nota in cui definisce inaccettabile l'atteggiamento di Aiop rispetto al mancato rinnovo dei contratti. .

"Dopo 17 anni di attesa e due di pandemia, nel corso dei quali i medici dell’ospedalità privata si sono fatti carico dell’emergenza tanto quanto quelli che lavorano negli ospedali pubblici, l’ostinato rifiuto dell’Aiop di rinnovare i contratti di lavoro è inaccettabile", commenta il presidente della Federazione Guido Quici.

"Auspichiamo che la richiesta del sindacato di incontro con il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, sia urgentemente accettata e che si trovi una soluzione a questa annosa vicenda eticamente insostenibile", conclude.