Cicatrici renali pediatriche, una seconda IVU febbrile aumenta di molto il rischio


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggio chiave

  • Il rischio di cicatrici renali dopo una seconda infezione delle vie urinarie (IVU) accompagnata da febbre è circa 12 volte più alto che dopo una sola IVU febbrile.

 

Descrizione dello studio

  • Si tratta dell’analisi post hoc di due studi prospettici multicentrici (RIVUR [Randomized Intervention for Children With Vesicoureteral Reflux, condotto fra il 2007 e il 2013] e CUTIE [Careful Urinary Tract Infection Evaluation, condotto fra il 2008 e il 2013]).
  • Gli studi avevano arruolato bambini alla prima IVU senza anormalità renali alla baseline; i bambini erano stati monitorati per 2 anni per la ricorrenza di IVU.
  • È stata valutata l’associazione tra numero di IVU febbrili e cicatrizzazione renale.
  • Era definita cicatrice renale un ridotto uptake del tracciante con perdita del contorno o ispessimento corticale in una scintigrafia renale con acido dimercaptosuccinico marcato con tecnezio-99m, effettuata alla fine dello studio o circa 4 mesi dopo l’ultima IVU febbrile.
  • Fonte di finanziamento: National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases.

 

Risultati principali

  • L’analisi ha incluso 345 bambini (89% femmine; età media 19,4±; 64% con reflusso vescico-uretrale).
  • 50 bambini non avevano avuto UTI febbrili, 246 bambini avevano avuto 1 UTI febbrile, 35 avevano avuto 2 UTI febbrili, 14 avevano avuto 3-4 UTI febbrili.
  • L’incidenza delle cicatrici renali era 2,8% (IC 95% 1,2%-5,8%) dopo un episodio di IVU febbrile, 25,7% (12,5%-43,3%) dopo 2 episodi e 28,6% (8,4%-58,1%) dopo 3 o più episodi.
  • Il rischio di cicatrici renali era sostanzialmente più alto per i bambini con due (OR 11,8; IC 95% 4,1-34,4) o tre o più episodi di IVU febbrile (OR 13,7; 3,4-54,4).

 

Limiti dello studio

  • Il numero di pazienti con ricorrenza febbrile è limitato.

 

Perché è importante

  • Le cicatrici renali possono essere causa di disfunzioni renali.
  • Lo studio indica che i bambini con 2 o più IVU febbrili hanno un rischio sostanzialmente più alto di cicatrizzazione renale rispetto ai bambini con un solo episodio.
  • La ricerca dovrebbe identificare biomarcatori non invasivi con cui individuare i bambini a rischio al momento della prima IVU febbrile.