Cgil Medici, primo passo per rinnovo contratto ma sciopero confermato


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 17 gen. (AdnKronos Salute) - C'è l'impegno del Governo nel "rivedere il comma 687 alla legge finanziaria", che ad oggi impedisce di fatto il rinnovo del contratto dei medici, veterinari e dirigenti del Ssn. "Il comma dovrebbe essere modificato nel dl Semplificazione, e non sarà retroattivo, con un emendamento che ci hanno detto sarà presentato il 22 gennaio. Una soluzione di buon senso che fa ripartire la trattativa sul rinnovo del contratto che si era bruscamente interrotta". Lo spiega all'Adnkronos Salute Andrea Filippi, segretario nazionale Fp Cgil Medici, dopo l'incontro con il capo di Gabinetto della dicastero della Funzione pubblica. Lo sciopero programmato dai sindacati il 25 gennaio è confermato.

Questa mattina i sindacati dei medici hanno protestato con un sit-in a Roma sotto il ministero della Funzione pubblica. "La pressione di questi ultimi giorni ha funzionato, si torna dunque alla situazione prima della legge di bilancio - prosegue Filippi - il contratto si può chiudere ma ora serve accordo sugli aspetti economici".