Cgil medici, 'ok deroga per sanitari ucraini ma previa verifica requisiti'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 24 mar. (Adnkronos Salute) - "Favorevoli" alla possibilità di far lavorare in Italia medici e infermieri ucraini in fuga dalla guerra "se seguono le stesse procedure di reclutamento del personale e naturalmente previa verifica dei requisiti formativi". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute Andrea Filippi, segretario nazionale della Fp Cgil medici.

"Il vero nodo non è l'iscrizione all'Ordine, ma solidarietà, sostegno sociale e diritto al lavoro non devo essere contrapposti, al contrario devono viaggiare sulla stessa direttrice nella creazione di comunità che accolgono e creano lavoro per garantire la salute di tutte le popolazioni", ricorda Filippi.