Carcinoma nasofaringeo: l’espressione tumorale di PD-L1 è predittiva di una scarsa sopravvivenza

  • Cao Y & al.
  • BMC Cancer
  • 29/10/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’espressione tumorale di PD-L1 è associata a una ridotta sopravvivenza complessiva (overall survival,OS) e sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) dei pazienti con carcinoma nasofaringeo (nasopharyngeal carcinoma, NPC).

Perché è importante

  • I fattori prognostici possono aiutare a guidare la gestione dei pazienti.

Risultati principali

  • È stata rilevata espressione di PD-L1 nell’87,6% dei tessuti sottoposti a biopsia.
  • L’11,0% dei pazienti ha evidenziato un’espressione di PD-L1 pari allo 0%, il 14,3% espressione di PD-L1 pari all’1%–5%, il 47,4% espressione di PD-L1 pari al 5%–49% e il 26% espressione di PD-L1 ≥50%.
  • Nell’analisi della sopravvivenza un’espressione di PD-L1 ≥50% era associata a OS (P
  • L’espressione di PD-L1 era associata all’OS nell’analisi multivariata (HR: 2,361; P=
  • Le mutazioni di BRAF erano associate a una PFS inferiore (P=0,044 nell’analisi della sopravvivenza; P=0,035 nel test esatto di Fisher).
    • Lo stato di BRAF non era associato all’OS nell’analisi multivariata (HR: 1,349; P=0,218).
  • Disegno dello studio

    • Sono stati inclusi 154 pazienti con NPC sottoposti al trattamento standard, inclusa radioterapia con o senza chemioterapia.
    • Finanziamento: Science and Technology Development Fund di Macao.

    Limiti

    • Studio retrospettivo.
    • Mancanza di un’analisi multivariata della PFS.