Carcinoma a cellule di Merkel: la terapia neoadiuvante con nivolumab evidenzia un’attività promettente

  • Topalian SL & al.
  • J Clin Oncol
  • 23/04/2020

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La terapia neoadiuvante con nivolumab è ben tollerata, evidenzia risposta e migliora la sopravvivenza libera da recidiva dei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel (Merkel cell carcinoma, MCC) ad alto rischio operabile.

Perché è importante

  • I pazienti con MCC ad alto rischio subiscono recidiva entro un anno dalla chemioterapia neoadiuvante.
  • È giustificata ulteriore ricerca su nivolumab nell’MCC.

Disegno dello studio

  • Studio di fase 1/2 CheckMate 358.
  • 39 pazienti con MCC in stadio IIA-IV hanno ricevuto terapia neoadiuvante con nivolumab.
  • Finanziamento: Bristol-Myers Squibb; ONO Pharmaceutical Company Limited.

Risultati principali

  • 3 pazienti non sono stati trattati chirurgicamente.
  • Il follow-up mediano era di 20,3 mesi.
  • Il 46,2% dei pazienti ha sviluppato tossicità di qualsiasi grado e il 7,7% tossicità di grado 3/4.
  • Non sono stati riportati decessi correlati al trattamento.
  • Il 47,2% dei pazienti ha ottenuto una risposta patologica completa e il 15,4% ha ottenuto una risposta parziale maggiore.
  • Non sono state osservate recidive tra i responder durante il follow-up.
  • Il 54,5% dei pazienti presentava una riduzione ≥30% del tumore.
  • La sopravvivenza libera da recidiva (relapse-free survival, RFS) mediana non è stata raggiunta.
    • Il tasso di RFS a 24 mesi era del 68,5%.
    • Il tasso di RFS a 24 mesi era significativamente maggiore nei pazienti con una risposta patologica completa rispetto a quelli senza:
      • 88,9% rispetto a 52,2%;
      • HR=0,12 (IC 95%, 0,01­­-0,93).
  • RFS e sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) erano simili a prescindere dallo stato del tumore per il poliomavirus delle cellule di Merkel (rispettivamente P=0,394 e 0,666) e il ligando 1 della proteina di morte cellulare programmata (rispettivamente P=0,998 e 0,761).
  • Il carico mutazionale del tumore non differiva tra pazienti con o senza risposta.

Limiti

  • Studio piccolo.