BPCO: Tripla e doppia terapia a confronto


  • Alessia De Chiara
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • In pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) da moderata a molto grave, la tripla terapia (con glucocorticoide inalatorio a maggiore o minore dose, antagonista muscarinico a lunga durata d’azione [LAMA] e β2-agonista a lunga durata d'azione [LABA]) ha portato a tassi di esacerbazioni moderate o gravi significativamente inferiori rispetto alla terapia doppia con LAMA-LABA o con glucocorticoide-LABA, anche quando il glucocorticoide era somministrato a dose inferiore.
  • La tripla terapia con budesonide alla dose di 160 μg può essere un’opzione di trattamento efficace.
  • È stata osservata un’incidenza di eventi avversi simile tra i gruppi, ma l’incidenza di polmonite confermata è stata maggiore in quelli che hanno ricevuto il glucocorticoide.

Descrizione dello studio

  • Pazienti (40-80 anni) con BPCO da moderata a molto grave e almeno un’esacerbazione nell’anno precedente sono stati randomizzati a ricevere (1:1:1:1) per 52 settimane due dosi al giorno di:
    • terapia tripla (glucocorticoide inalatorio [320 μg o 160 μg di budesonide], LAMA [18 μg di glicopirrolato] e LABA [96 μg di formoterolo]);
    • una terapia doppia (18 μg di glicopirrolato più 9,6 μg di formoterolo o 320 μg di budesonide più 9,6 μg di formoterolo).
  • L’end point primario era il tasso annuale (numero medio stimato per paziente per anno) di esacerbazioni moderate o gravi, analizzato nella popolazione intention-to-treat modificata con l’uso di dati di trattamento.
  • Fonti di finanziamento: AstraZeneca.

Risultati principali

  • La popolazione intention-to-treat modificata comprendeva 8.509 pazienti.
  • I tassi annuali di esacerbazioni moderate o gravi erano di 1,08 nel gruppo di tripla terapia con 320 μg di budesonide (2.137 pazienti), 1,07 nel gruppo di tripla terapia con 160 μg di budesonide (2.121), 1,42 nel gruppo glicopirrolato-formoterolo (2.120) e 1,24 nel gruppo budesonide-formoterolo (2.131).
  • Il tasso era significativamente inferiore con la tripla terapia con 320 μg di budesonide rispetto alla terapia con glicopirrolato-formoterolo (inferiore del 24%: rate ratio 0,76; P
  • In modo simile, il tasso era significativamente inferiore con la tripla terapia con 160 μg di budesonide rispetto alla terapia con glicopirrolato-formoterolo (inferiore del 25%: rate ratio 0,75; P
  • La percentuale di pazienti con almeno un evento avverso variava da 61,7 a 64,5% nei gruppi di trattamento.
  • L’incidenza di polmonite confermata variava da 3,5 a 4,5% nei gruppi che hanno ricevuto un glucocorticoide inalatorio ed era del 2,3% nel gruppo glicopirrolato-formoterolo.

Perché è importante

  • Mancano studi sulla tripla terapia a dosi diverse di glucocorticoidi inalatori.
  • È stato osservato un minor rischio di decesso con tripla terapia contenente la dose più alta di budesonide rispetto a LAMA-LABA; ci sono ipotesi, ma la differenza tra i gruppi di tripla terapia rispetto alla mortalità resta inspiegabile.