BPCO in fase iniziale: scegliere la terapia in base al livello di eosinofili


  • Roberta Villa — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Secondo i dati raccolti in questo studio osservazionale di coorte nella pratica clinica reale, la scelta della terapia di mantenimento nella fase iniziale di una broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) dovrebbe basarsi sul dosaggio degli eosinofili, come indicatore dell’efficacia degli steroidi.
  • Al di sopra di una soglia del 4% di eosinofili (o >300 cellule/μL), una terapia inalatoria con steroidi e beta agonisti a lunga durata d’azione (LABA-ICS) è più efficace del 20% circa per ridurre l’incidenza di esacerbazioni.
  • Se il tasso di eosinofili è normale, l’efficacia dei due approcci è equivalente per prevenire le esacerbazioni, ma una terapia inalatoria con antimuscarinici a lunga durata d’azione è da preferire per evitare il maggior rischio di polmoniti legato alla componente steroidea.
  • Eventuali eccezioni si possono fare per pazienti a bassa percentuale di eosinofili ma frequenti esacerbazioni, che potrebbero trarre maggior beneficio da LABA-ICS.

Descrizione dello studio

  • Studio osservazionale di popolazione condotto in UK su una coorte di pazienti ≥55 anni (n= 539.643) con BPCO che hanno iniziato la terapia con LABA-ICS (n=18.500) o LAMA (n=13.870), ma non entrambi, tra il 2000 e il 2015 (Clinical Practice Research Datalink), di cui si disponesse un esame del sangue con conta degli eosinofili prima dell’inizio del trattamento.
  • I pazienti a cui sono stati prescritti LABA-ICS e quelli che hanno iniziato con LABA sono stati accoppiati per high-dimensional propensity score.
  • Outcome primari: esacerbazione grave o moderata di BPCO oppure polmonite grave nel follow-up di 1 anno.
  • Fonte del finanziamento: Canadian Institutes of Health Research, Canadian Foundation for Innovation.

Risultati principali

  • Esacerbazioni gravi nel gruppo LABA-ICS vs LAMA: HR= 0,95 (IC 95% 0,90–1,01).
  • Con eosinofili 4% HR=0,79 (IC 95% 0,70–0,88).
  • Il rischio di polmoniti aumenta con l’inizio della terapia LABA-ICS (HR 1,37; IC 95% 1,17–1,60), ed è indipendente dal tasso di eosinofili.

Perché è importante

  • È il primo studio che mette a confronto in un contesto di pratica clinica i due più comuni approcci alla terapia iniziale della BPCO, tenendo conto del tasso di eosinofili.