Basilicata: ospedale Melfi, innovativo intervento con tecnica ibrida


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Melfi, 21 giu. (Adnkronos Salute) - Per la prima volta in Basilicata  è stato eseguito un intervento endoscopico con una tecnica di recente introduzione nell’Unità operativa di Endoscopia digestiva del presidio ospedaliero di Melfi dell'Azienda osedaliera regionale (Aor) San Carlo.  Si tratta di un intervento ibrido, eseguito in pochi centri italiani, che prevede la associazione di due tecniche: iniziale dissezione sottomucosa (Esd) con successiva mucosectomia (Emr).

Il paziente di 61 anni, che ha aderito alla campagna di screening colonrettale della Regione Basilicata, è stato sottoposto, circa 10 giorni fa, a colonscopia con diagnosi di lesione piatta benigna del retto di circa 5 cm. Previa esecuzione degli esami ematochimici di routine, il paziente è stato poi avviato all‘asportazione della lesione, dall'equipe dell'Endoscopia digestiva, coordinata da Rosario Festa e Daniela Nigro, con la procedura ibrida in blanda sedazione. Dopo alcune ore di osservazione il paziente è stato dimesso.

"E' un importante segnale di rafforzamento del presidio ospedaliero di Melfi", ha ribadito il Direttore generale dell’Azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Massimo Barresi, congratulandosi con i medici per "una nuovissima tecnica endoscopica che si aggiunge al primo parto in analgesia nei giorni scorsi e alla nomina del nuovo direttore della Struttura complessa di Ostetricia e ginecologia, Francesco Bernasconi, professionista di chiara fama con esperienza pluridecennale in ambito ostetrico-ginecologico", ha concluso.