Ausl Modena, ripresa attività chirurgica in nuove sale Pavullo


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 31 gen. (AdnKronos Salute) - Con l'apertura ufficiale delle nuove sale operatorie, è ripresa a pieno ritmo l'attività chirurgica all'ospedale di Pavullo. Lo sottolinea l'Ausl di Modena, spiegando che dopo i lavori edilizi e la fase di collaudo, dalla seconda settimana di gennaio è entrato in funzione il comparto chirurgico che comprende due sale operatorie dotate di tecnologie biomediche all'avanguardia e standard di sicurezza elevati.

Oltre 120 gli interventi effettuati ad oggi - riferisce l'azienda in una nota - tra operazioni di chirurgia generale, ortopedia (prevalentemente attività di chirurgia protesica di anca e ginocchio inserita in un percorso ortoriabilitativo e riportata a Pavullo dopo il trasferimento temporaneo a Vignola), oculistica (già 22 le operazioni di cataratta eseguite), urologia e ginecologia, i cui volumi di attività verranno incrementati gradualmente a partire dalle prossime settimane.

All'investimento su struttura, attrezzature e arredi - la cui spesa complessiva è di 1,8 milioni di euro, di cui 1,4 mln finanziati con fondo della Regione Emilia Romagna e 400 mila con fondi Ausl - ha corrisposto un potenziamento dell'organico, con le assunzioni di un ulteriore medico ortopedico e di due chirurghi in sostituzione di altrettanti specialisti andati in pensione. Sono stati inoltre assunti tre infermieri di sala e un operatore socio-sanitario.