Asst Lariana, al Sant'Anna un nuovo intervento per l'angina


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Como, 11 lug. (AdnKronos Salute) - Un'innovativa procedura interventistica che permette di trattare i pazienti con angina pectoris refrattaria, quella che non si riesce a curare con i farmaci. La metodica, messa a punto dall'Unità operativa di Cardiologia, Laboratorio di Emodinamica dell'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia, consiste nel posizionamento di uno stent a forma di clessidra in un segmento del circolo venoso cardiaco detto 'seno coronarico', che migliora il flusso delle piccole arterie del cuore. Lo stent permette di aumentare la contrattilità del muscolo cardiaco, soprattutto in corso di sforzo fisico, e ridurre i sintomi anginosi. L'Asst Lariana informa che il mese scorso con questa metodica sono stati operati con successo due pazienti, due uomini di 72 e 73 anni, dimessi 48 ore dopo.

"Le due procedure - sottolinea Mario Galli, responsabile dell'Emodincamica del Sant'Anna - sono state eseguite con successo tecnico e clinico. Gli interventi sono durati in media 45 minuti. Gli operatori medici hanno seguito un breve training sulla tecnica di impianto, che comunque è molto simile ad altre procedure di cardiologia interventistica da noi quotidianamente utilizzate. I pazienti sono stati dimessi dopo 48 ore, mantenendo la terapia in corso al momento del ricovero con un programma di controlli ravvicinati per valutare l'efficacia clinica a medio e lungo termine e la possibilità di ridurre la terapia farmacologica. I primi controlli clinici effettuati hanno confermato l’efficacia della tecnica con un miglioramento dei sintomi”.