Asp Trapani, corsi d'inglese per 60 operatori pronto soccorso


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Palermo, 12 gen. (AdnKronos Salute) - Sessanta sanitari in servizio nelle aree di emergenza e nei pronto soccorso dei cinque presidi ospedalieri della provincia di Trapani miglioreranno durante l'anno la propria conoscenza della lingua inglese, attraverso la partecipazione a corsi di formazione grazie a una convenzione stipulata dall'azienda sanitaria provinciale di Trapani con il Quagi Language Centre di Erice. Scopo dell'iniziativa è favorire la comunicazione con stranieri che accedono ai servizi di emergenza, permettendo al personale più celeri ed efficaci interventi a tutela della salute.

I sanitari individuati, dopo un test d'ingresso, frequenteranno fuori dall'orario di lavoro un corso di 60 ore, con relativo esame finale, per l'eventuale conseguimento della certificazione Cambridge English: KET A2, PET (B1), FCE (B2). Ogni sanitario dovrà prendere parte almeno all'80% delle ore, altrimenti dovrà rimborsare il costo di iscrizione al corso sostenuto dall'Asp, pari a 360 euro.

"Come azienda puntiamo molto sulla formazione dei nostri operatori - spiega il commissario Giovanni Bavetta - I nostri presidi ospedalieri sono frequentati anche da turisti e migranti, e riteniamo che in un pronto soccorso un'immediata comprensione tra paziente e sanitario sia fondamentale per l'appropriatezza della cura. Tra l'altro, anche nei bandi per primari, che abbiamo emanato nelle scorse settimane, abbiamo inserito tra le qualifiche richieste la conoscenza della lingua inglese".