Asl Sulcis aderisce a progetto Iss per Giornata mondiale Alzheimer

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Carbonia, 21 set. (Adnkronos) - Oggi si celebra la giornata mondiale dell’Alzheimer e l’Istituto Superiore di Sanità sta promuovendo un’indagine nazionale sulle condizioni socio-economiche delle famiglie dei pazienti. A partire da oggi è possibile compilare un questionario dedicato sul sito dell'Iss. L’Asl del Sulcis aderisce al Progetto dando la massima collaborazione per diffusione del questionario nel territorio della ASL e collaborando attivamente alle altre iniziative promosse dall’Iss.

L’indagine, promossa dall’ Osservatorio Demenze dell’Iss in collaborazione con l’ Associazione Alzheimer Uniti Italia , viene presentata nel corso del convegno che si svolge in Campidoglio in occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer. Ed è una delle numerose iniziative in cui l’Istituto è coinvolto, in collaborazione con le Regioni e le Province Autonome (PA), le società scientifiche e le associazioni dei pazienti, grazie al Decreto sul Fondo per l’Alzheimer e le Demenze , pubblicato lo scorso 30 marzo sulla Gazzetta Ufficiale.

Non è solo l’indagine a essere illustrata oggi in Campidoglio, ma anche tutte le altre iniziative in cui l’Osservatorio Demenze è impegnato in prima linea: dall’aggiornamento e integrazione della Linea Guida su diagnosi e trattamento, alla survey nazionale sulle strutture, dalla stima dei fattori di rischio per quantificare il numero di casi evitabili alla formazione per i professionisti sanitari fino alla promozione della cartella clinica informatizzata .

I progetti delle Regioni e delle Province Autonome su una o più delle cinque linee progettuali previste dal Decreto (diagnosi precoce – prima cioè dell’insorgenza della demenza, diagnosi tempestiva – quando la demenza è già evidente, telemedicina, tele-riabilitazione e trattamenti psicoeducativi, di stimolazione cognitiva e di supporto ai caregiver) verranno presentati in un altro convegno che si tiene il prossimo 26 settembre presso l’Istituto Superiore di Sanità. Un vero e proprio patrimonio di idee e progetti da condividere e implementare per cambiare in meglio la realtà assistenziale.