Asl Roma 5, sindacati dirigenza medica sanitaria in agitazione


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 12 gen. (AdnKronos Salute) - "Uno stato di agitazione che si è reso necessario al fine di ottenere il riconoscimento delle professionalità e un miglioramento dei servizi resi ai cittadini". I sindacati della dirigenza medica e sanitaria commentano così in una nota lo stato di agitazione che proseguirà fino al tentativo di conciliazione che avrà luogo lunedì 15 gennaio davanti al prefetto di Roma. L'obiettivo dell'incontro è cercare di scongiurare un eventuale sciopero nel caso l'Asl Roma 5 non revocasse la delibera 784 del 22/11/17 di assegnazione degli incarichi, attuata in mancanza di qualsiasi confronto con le sigle sindacali.

"Non possiamo non appoggiare la protesta dei colleghi della Asl Roma 5", commenta il coordinatore Cimo - settore specifico Cosips, Ernesto Cappellano, confidando che l'attuale direttore Malatesta "voglia riaprire un tavolo di confronto per arrivare a soluzioni condivise che possano portare a un dovuto riconoscimento delle professionalità dei dirigenti medici e sanitari che da anni lavorano in situazione di disagio, e l'attenuazione dei disagi porterà indubbio vantaggio dei servizi resi ai cittadini".