Asl 2, screening neonatale contro cataratta congenita


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Chieti, 16 mag. (AdnKronos Salute) - L'Asl 2 abruzzese ha acquistato quattro oftalmoscopi a luce diretta per l'esame del riflesso rosso nei neonati, avviato nei punti nascita degli ospedali di Chieti, Lanciano e Vasto per la diagnosi precoce della cataratta congenita.

Il test - ricorda una nota - veniva svolto da tempo a Lanciano, dove da settembre è stato esteso a tutti i nuovi nati. A Vasto è stato avviato a settembre. A Chieti lo screening oculare era riservato solo ai neonati pretermine a rischio di retinopatia del prematuro, mentre da alcuni mesi il neonatologo esegue l'esame del riflesso rosso a tutti i nuovi nati.

Lo screening oculare - spiegano dall'ospedale - è eseguito dal neonatologo prima della dimissione del neonato. Eventuali casi dubbi sono sottoposti a un esame di secondo livello affidato a un oculista, che è invece sempre eseguito nei neonati pretermine a rischio di retinopatia. Per rendere ancora più preciso e attendibile l'esame di secondo livello, la Asl ha in fase avanzata le procedure per l'acquisto di un nuovo oftalmoscopio a luce indiretta binoculare. Per l'esame del riflesso rosso sono stati appositamente formati dirigenti medici degli ospedali di Chieti, Lanciano e Vasto.