ASCO 2020 — eRAPID, un nuovo modello di cura che migliora il benessere fisico durante la chemioterapia


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Oncology Conference reports
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Autosegnalazione elettronica degli eventi avversi da parte dei pazienti: lo strumento informativo e di consulenza per i pazienti (eRAPID) è un sistema online per i pazienti per la segnalazione dei sintomi che offre consulenza automatica a seconda della gravità (autogestione o allarmi per il contatto ospedaliero).  
  • eRAPID migliora il controllo dei sintomi tempestivamente durante la chemioterapia.
  • Nuovi modelli per le cure oncologiche possono ridurre l’affluenza in ospedale.

Perché è importante

  • I sintomi fisici durante il trattamento oncologico sono comuni e influiscono sulla qualità della vita (quality of life, QoL).
  • Vi sono evidenze crescenti che l’autosegnalazione dei sintomi da parte dei pazienti migliora l’assistenza.
  • La pandemia di COVID-19 complica le cure intensive e l’utilizzo del pronto soccorso.

Disegno dello studio

  • La sperimentazione di fase 3 ha arruolato 508 pazienti che hanno iniziato la chemioterapia per tumori colorettali, mammari e ginecologici presso il Leeds Cancer Centre.
  • I pazienti sono stati randomizzati (rapporto 1:1) alle cure abituali (usual care, UC) o a eRAPID, che richiedeva la registrazione settimanale online dei sintomi per 18 settimane.
  • L’esito primario era il controllo dei sintomi (punteggio FACT-PWB).

Risultati principali

  • Sono stati completati 3.314 rapporti online (mediana per paziente di 14,0); il tasso di completamento mediano settimanale era del 72,2%.
  • Un’elevata aderenza dei pazienti era associata all’uso dei dati da parte dei medici e a un alto punteggio FACT-PWB basale.
  • Sono stati attivati allarmi di emergenza in 29 casi (0,9%); è stato fornito un consulto per l’autogestione in 2.714 casi (81,9%).
  • I punteggi FACT-PWB non differivano significativamente tra i bracci dopo 18 settimane.
  • Sono stati osservati punteggi FACT-PWB significativamente maggiori dopo 6 e 12 settimane nel braccio assegnato a eRAPID.
  • I pazienti assegnati a eRAPID hanno riferito migliore autoefficacia e QoL (EQ5D-VAS) dopo 12 e 18 settimane.
  • L’analisi di sottogruppo ha riscontrato punteggi FACT-PWB migliori nel gruppo non metastatico.

Finanziamento

  • National Institute for Health Research britannico.

Limiti

  • Sperimentazione monocentrica.

Il commento degli esperti

“L’attuale pandemia ha accelerato un passaggio a modelli di cura alternativi per ridurre l’esposizione a COVID-19 e preservare le risorse sanitarie. La sperimentazione eRAPID presenta un nuovo modello promettente per l’erogazione di cure alternative. Possiamo vedere l’attuale pandemia come un catalizzatore per evolvere e convalidare scientificamente in modo rapido modelli di cura innovativi a domicilio e in remoto”, ha affermato Lynne I. Wagner, Professore, Department of Social Sciences and Health Policy, Wake Forest School of Medicine, Winston Salem, NC, USA.