ASCO 2019 — Pembrolizumab di prima linea raddoppia la sopravvivenza mediana nel tumore del polmone in stadio avanzato


  • David Reilly
  • Oncology Conference reports
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • A 18,7 mesi di follow-up mediano dello studio KEYNOTE-189 nel tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) non squamoso metastatico in prima linea, l'aggiunta di pembrolizumab ha mantenuto i benefici in termini di sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) e sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) nei pazienti trattati con chemioterapia con pemetrexed e platino.
  • Il gruppo pembrolizumab ha inoltre dimostrato un significativo vantaggio nella progressione dopo la linea di terapia successiva (PFS2).

Perché è importante

  • Questi risultati evidenziano l’applicabilità di un regime a base di pembrolizumab in questo contesto, indipendentemente dall’espressione di PD-L1.

Disegno dello studio

  • Nello studio di fase 3 KEYNOTE-189, la chemioterapia a base di pembrolizumab+pemetrexed+platino (n=410) ha dimostrato esiti in termini di sopravvivenza significativamente migliori rispetto a placebo+pemetrexed+platino (n=206).
  • Finanziamento: Merck & Co., Inc., Kenilworth, NJ, USA.

Risultati principali

  • Al follow-up mediano di 18,7 mesi, la terapia aggiuntiva con pembrolizumab ha prodotto una OS (mediana: 22,0 rispetto a. 10,7 mesi; HR: 0,56, P0,00001) significativamente maggiori.
  • I benefici in termini di sopravvivenza con pembrolizumab sono stati mantenuti indipendentemente dal sottogruppo del punteggio percentuale del tumore (tumor proportion score, TPS):
  • OS:
    • TPS≥50%: HR: 0,59 (IC al 95%: 0,39-0,88).
    • TPS≥1-49%: HR: 0,62 (IC al 95%: 0,42-0,92).
    • TPS
  • PFS:
    • TPS≥50%: HR: 0,36 (IC al 95%: 0,26-0,51).
    • TPS≥1-49%: HR: 0,51 (IC al 95%: 0,36-0,73).
    • TPS
  • Il 45% dei pazienti nel gruppo pembrolizumab e il 59% nel gruppo placebo hanno ricevuto terapia di seconda linea.
  • Il beneficio di PFS2 è stato osservato con pembrolizumab indipendentemente dal sottogruppo TPS:
    • TPS≥50%: HR: 0,47 (IC al 95%: 0,33-0,69).
    • TPS≥1-49%: HR: 0,59 (IC al 95%: 0,41-0,86).
    • TPS
  • Il 71,9% dei pazienti ha sviluppato eventi avversi di grado 3-5 con pembrolizumab rispetto al 66,8% con il placebo.