Anaao, 'stato emergenza? Ormai siamo in fase di gestione'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 14 dic. (Adnkronos Salute)() - La proroga dello stato di emergenza Covid "mi sembra un provvedimento che forse tende a non far abbassare l'attenzione e la tensione sull'epidemia ma un pochino esorbita dai limiti dello stato di emergenza previsto dalla normativa attuale". Così all'Adnkronos Salute, Carlo Palermo, segretario nazionale del sindacato dei medici ospedalieri Anaao Assomed.

"Certamente un'eventuale sospensione dello stato di emergenza - afferma il sindacalista - non impedisce al governo di emanare provvedimenti d'urgenza con i decreti legge o i Dpcm; non impedisce la permanenza del commissario Figliuolo e della struttura commissariale, non impedisce il mantenimento degli hub e quindi tutto il sistema delle vaccinazioni può rimanere in vita perché - sottolinea Palermo - dobbiamo continuare con le vaccinazioni dei ragazzi e dei bambini ma non penso che serva uno stato emergenziale apposito per mandare avanti questo tipo di lavoro. Siamo in una fase - conclude il segretario Anaao Assomed - più che emergenziale di gestione della epidemia che richiede dei provvedimenti da parte del Governo che in urgenza possono essere assunti con altri strumenti ordinari".