Aderenza, persistenza e spesa di farmaci antiinfiammatori ad alto costo nell’artrite reumatoide


  • Notizie sui farmaci - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

Aderenza, persistenza e spesa di farmaci antiinfiammatori ad alto costo nell’artrite reumatoide: uno studio esplorativo

A cura della Dott.ssa Sara Ferraro e del Dott. Marco Tuccori

I farmaci di prima linea per il trattamento dell’artrite reumatoide (AR) sono i farmaci antireumatici modificanti la malattia, anche noti come DMARDs (dall’inglese disease-modifying antirheumatic drugs). I DMARDs convenzionali comprendono metotrexato, leflunomide e sulfasalazina, mentre i biologici sono abatacept, adalimumab, anakinra, apremilast, certolizumab, etanercept, golimumab, infliximab, rituximab, sekukinumab, tocilizumab, tofacitinib e ustekinumab. Tuttavia, spesso i pazienti non rispondo alla terapia con DMARDs convenzionali, oppure la severità della malattia richiede da subito il trattamento con DMARDs biologici. Le combinazioni fra DMARDs biologici e metotrexato hanno mostrato risultati superiori rispetto alla monoterapia.

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale