ACC 2020 — COMPASS mostra un beneficio assoluto maggiore per rivaroxaban nel diabete


  • Antara Ghosh
  • Conference Reports
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nell’aterosclerosi stabile, la combinazione di aspirina+rivaroxaban ha fornito un grado relativo simile di benefici coronarici, cerebrovascolari e periferici nei pazienti con e senza diabete.
  • I benefici assoluti sembravano essere maggiori nei pazienti con diabete.

Perché è importante

  • I pazienti con diabete continuano ad avere tassi elevati di eventi ischemici ricorrenti nonostante i progressi in diverse aree terapeutiche.

Disegno dello studio

  • COMPASS era una sperimentazione multicentrica, in doppio cieco, comprendente pazienti con anamnesi di coronaropatia e/o arteriopatia periferica.
  • Questa analisi prespecificata di COMPASS ha confrontato rivaroxaban (2,5 mg due volte al giorno)+aspirina (100 mg al giorno) vs. placebo+aspirina in pazienti con (n=6.922) vs. senza (n=11.356) diabete.
  • L’endpoint di efficacia primario era un composito di morte per cause cardiovascolari, infarto miocardico o ictus.
  • Endpoint primario di sicurezza: emorragia grave.
  • Finanziamento: Bayer AG.

Risultati principali

  • Una riduzione del rischio relativo costante e simile a beneficio di rivaroxaban+aspirina rispetto a placebo+aspirina osservata nei pazienti:
    • con (HR: 0,74; IC 95%: 0,61-0,90; P=0,002); e
    • senza (HR: 0,77; IC 95%: 0,64-0,93; P=0,005) diabete.
  • I pazienti con diabete rispetto a quelli senza diabete presentavano riduzioni del rischio assoluto numericamente maggiori con rivaroxaban per:
    • endpoint di efficacia primario a 3 anni: 2,3% vs. 1,4%; e
    • mortalità per qualsiasi causa: 1,9% vs. 0,6%, rispettivamente.
  • Il beneficio clinico netto assoluto per rivaroxaban era “particolarmente favorevole” nel gruppo con diabete rispetto al gruppo senza diabete (2,7% vs. 1,0% di eventi in meno).

Limiti

  • La durata del diabete non è stata acquisita.

 Il commento degli esperti

Deepak L. Bhatt, MD, Brigham and Women’s Hospital Heart and Vascular Center, Boston, Massachusetts, ha dichiarato: “L’uso dell’inibizione della doppia via con rivaroxaban a basso dosaggio più aspirina è particolarmente interessante nei pazienti ad alto rischio come quelli con diabete”.