AACR 2019—Pembrolizumab/chemio migliora la sopravvivenza nell'NSCLC con metastasi cerebrali/epatiche


  • Keren Landman, MD
  • Univadis
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L'aggiunta di pembrolizumab alla chemioterapia con pemetrexed-platino migliora la sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) e la sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) nei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) con metastasi cerebrali ed epatiche.

Perché è importante

  • La prognosi per i pazienti con NSCLC non squamoso metastatico è storicamente infausta.

Disegno dello studio

  • Analisi post-hoc dei dati per i pazienti con NSCLC non trattato e metastasi epatiche/cerebrali arruolati in KEYNOTE-189, una sperimentazione di fase 3, randomizzata 2:1, controllata con placebo di pemetrexed-platino con/senza pembrolizumab.
  • La randomizzazione era stratificata per punteggio percentuale del tumore per il ligando di morte programmata 1 , platino (carboplatino vs. cisplatino) e stato di fumatore.
  • I pazienti erano Eastern Cooperative Oncology Group PS 0/1 e senza alterazione di EGFR/ALK.
  • Finanziamento: MSD.

Risultati principali

  • Il 19% dei pazienti presentava metastasi epatiche e il 18% presentava metastasi cerebrali.
  • La durata mediana del follow-up era di 18,7 mesi.
  • I pazienti con metastasi sia epatiche che cerebrali che ricevevano pembrolizumab vs. placebo presentavano maggiore:
    • PFS:
      • Fegato: 6,1 (IC al 95%: 4,7-8,5) vs. 3,4 (IC al 95%: 2,8-4,7).
      • Cervello: 6,9 (IC al 95%: 5,4-11,0) vs. 4,7 (IC al 95%: 2,2-5,5). 
    • OS:
      • Fegato: 12,6 (IC al 95%: 8,1-19,1) vs. 6,6 (IC al 95%: 4,6-7,6).
      • Cervello: 19,2 (IC al 95%: 15,0-25,9)  vs. 7,5 (IC al 95%: 4,6-10,0).
  • Il rischio di decesso e/o progressione era ridotto all'incirca della metà, indipendentemente dalla presenza o dall'assenza di metastasi epatiche o cerebrali.

Limiti

  • Analisi post-hoc.