A Baggiovara ricostruzione robotica della parete addominale


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Modena, 26 feb. (AdnKronos Salute) - Un innovativo intervento di ricostruzione robotica della parete addominale è stato eseguito all'ospedale Civile di Baggiovara dall'équipe della Chirurgia generale, d'urgenza e nuove tecnologie diretta da Micaela Piccoli e composta da Vincenzo Trapani, Davide Gozzo e Ubaldo Pintaudi. "Si è trattato di uno dei primi interventi in Italia di questo genere", sottolinea l'azienda ospedaliero-universitaria di Modena. "La paziente, una donna di 55 anni, sta bene ed è stata dimessa dopo sole 48 ore".

"Abbiamo effettuato un intervento robotico per laparocele - ha spiegato Piccoli - cioè abbiamo riparato un'ernia che si era formata su una precedente incisione chirurgica, nell'epigastrico, cioè la parte alta dell'addome. Nel caso specifico, questa ernia era associata a una diastasi dei retti, in pratica la separazione eccessiva dei muscoli retti addominali, i quali si allargano, allontanandosi della linea mediana".

Alla paziente, in sostanza, è stata ricostruita la parete addominale collocando una rete biosintetica tra i muscoli addominali, dopo una delicata preparazione robotica che ha permesso non solo di creare lo spazio per la rete, ma anche di suturare il difetto e di correggere la diastasi dei retti, eseguendo una plissettatura della fascia addominale.