30 settembre seduta straordinaria su nuovi requisiti accreditamento privati


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 25 lug. (AdnKronos Salute) - Il Consiglio regionale lombardo ha approvato oggi a maggioranza il Rendiconto generale 2018 della Regione, che presenta un saldo contabile positivo di 526.603.894 euro. Per quanto riguarda il risultato di amministrazione dell'esercizio 2018 - si legge in una nota dal Pirellone - il fondo cassa alla chiusura risulta pari a poco più di 7 miliardi e 182 milioni, di cui 4.355.283.328 euro relativi al conto della gestione sanitaria accentrata e 2.826.885.833 euro al conto ordinario. In particolare, la spesa sanitaria è quantitativamente preponderante rispetto alle risorse destinate ad altre politiche regionali: il finanziamento dei servizi sanitari, pari a circa 20 miliardi, rappresenta infatti l'80% degli stanziamenti totali.

"Il Rendiconto - ha affermato il relatore Marco Alparone (Forza Italia) - evidenzia una gestione virtuosa che ha consentito all'ente regionale ulteriori razionalizzazioni e contenimenti di spesa, liberando nuove risorse a conferma di una correttezza gestionale confermata anche dal giudizio di parifica espresso dalla Corte dei Conti: pieno rispetto dell'equilibrio di bilancio, miglioramento del risultato d'amministrazione, consistente liquidità di cassa che ha evitato la contrazione di nuovo debito, pagamento ordinario dei fornitori commerciali in soli 12 giorni sono alcuni degli aspetti qualificanti".

I lavori della Sessione di Bilancio chiamata a esaminare il Rendiconto 2018 e la manovra di Assestamento 2019-2021 sono iniziati questa mattina, con Alparone relatore di entrambi i provvedimenti. Dopo il via libera al Rendiconto, i lavori sono proseguiti con la relazione generale dell'esponente azzurro sull'Assestamento al bilancio 2019-2021: "Invarianza della pressione fiscale, ulteriore taglio dei costi di funzionamento della macchina regionale e conferma degli investimenti per 1 miliardo e 800 milioni di euro nel triennio 2019-2021 in sanità, infrastrutture per mobilità, ambiente, sicurezza del territorio e imprese sono in sintesi gli elementi che caratterizzano questa manovra", ha riassunto.

Nello specifico - si precisa nella nota - sono previsti 600 milioni di euro per la Pedemontana lombarda e 283 mln per il prolungamento della Metropolitana 5 da Milano a Monza. Oltre 80 mln sono stati destinati per l'ammodernamento tecnologico e infrastrutturale degli ospedali. Inoltre, sono state rifinanziate con ulteriori 8 mln le misure di sostegno alle imprese. Nel dettaglio, gli investimenti previsti con la manovra di Assestamento sono 739 milioni per il 2019, 546 mln per il 2020 e 521 mln per il 2021.

All'Assestamento di bilancio sono stati presentati 275 emendamenti, alcuni subemendamenti e 207 ordini del giorno. Nel corso della seduta di oggi, convocata dal presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi fino alle 24, è prevista la discussione generale e la presentazione con relativi illustrazione di emendamenti e ordini del giorno. Il voto finale della manovra di Assestamento è previsto entro domani sera.

Fermi ha infine convocato questa mattina una seduta ordinaria di Consiglio regionale per martedì 30 ottobre: all'ordine del giorno una proposta di Risoluzione che introduce nuove norme e requisiti per l'accreditamento delle strutture sanitarie private (relatore Marco Fumagalli, Movimento 5 Stelle), la nomina del presidente della Fondazione Fiera di Milano e la designazione di un componente del Collegio dei revisori della Fondazione Stelline.