Si è verificato un problema durante il caricamento di questa presentazione. Potresti non avere il permesso di vederlo.

Non hai il permesso di visualizzare questa presentazione.

Un caso di tromboembolismo venoso recidivante

OK

Si è verificato un errore durante il caricamento questo contenuto.

Aggiorna la pagina e riprova.

Aggiorna ora
>>
<<
 
Hai iniziato a suonare questo contenuto in passato
Replay
Riprendi
 
Login or join to view
Clicca per iniziare
 

Un caso di tromboembolismo venoso recidivante

Pierpaolo Di Micco
MD, Ospedale Fatebenefratelli di Napoli
 
 

Un paziente di 52 anni, avverte un dolore acuto al polpaccio destro durante il cammino. Risultato: trombosi venosa profonda distale di una vena gemellare e della tibiale posteriore trattata con ricanalizzazione totale dei due vasi. Dopo 5 anni, nuovo episodio di dolore acuto diurno con edema marcato dell’arto inferiore controlaterale alla prima trombosi. Come procedere? Il Dr. Pierpaolo Di Micco, internista presso l’Ospedale Fatebenefratelli di Napoli, descrive questo caso di tromboembolismo venoso recidivante