Riduzione del C-LDL dopo sindrome coronarica acuta

Professor François SCHIELE
Direttore del servizio di cardiologia, Centro ospedaliero universitario di Besançon

I pazienti ricoverati per sindrome coronarica acuta devono essere trattati con statine ad alta intensità, con la massima tempestività e a prescindere dal livello del C-LDL. Il livello del C-LDL al momento del ricovero è utile per orientare l’intensità del trattamento, al fine di raggiungere l’obiettivo di C-LDL inferiore a 70 mg/dl, l’ideale sarebbe 55 mg/dl. Per raggiungere l’obiettivo di C-LDL potrebbe essere necessario aggiungere ezetimibe alle statine, conformemente al C-LDL al momento del ricovero. Discussione del razionale scientifico e delle modalità di trattamento ipolipemizzante prima della dimissione.